Tag: papille gustative

Il piacere e il gusto della buona tavola

In bocca, attraverso la lingua, avviene la rapida analisi di ciò che si mangia, in base a cinque sapori fondamentali: dolce, salato, aspro, acido e amaro. Le papille del gusto situate sulla lingua analizzano la saliva e identificano gli elementi che vi sono disciolti. Le informazioni così raccolte sono quindi inviate al cervello. Il tempo che impiegano le papille gustative ad analizzare i cibi e’ di un decimo di secondo. E’ questo, infatti, il tempo impiegato dai sensori del gusto (appunto le papille gustative della lingua) per analizzare il cibo. Una valutazione fulminea, affidata a 500 mila recettori che permettono di distinguere 5 sensazioni fondamentali: sulla punta della lingua il dolce, ai lati della lingua l’aspro e il salato, sul fondo della lingua l’amaro e l’acido. L’analisi del cibo avviene con una sequenza precisa: il cibo raggiunge attraverso la saliva le terminazioni nervose sulla lingua, da cui partono gli impulsi che, lungo le fibre nervose, raggiungono il cervello. Questo li combina con messaggi dell’odorato e con quelli legati a consistenza, temperatura e, eventualmente, odore, provenienti da altre terminazioni nervose. Questa serie di messaggi consente di gustare sapori diversi e, soprattutto, di scegliere ciò che piace e di scartare ciò che invece non piace.

Che cosa succede con l’invecchiamento? Continua a leggere “Il piacere e il gusto della buona tavola”

× Featured

Mi racconto...